La Stua - Padola di Comelico Superiore (Belluno) Dolomiti Italia.

Vai ai contenuti

La Stua

Da visitare

Un'altra curiosità, unica ed interessante da vedere, è "la Stua", un'antica diga che sovrasta il torrente Padola che ai tempi della dominazione veneziana permetteva la raccolta dei tronchi provenienti dai boschi della Val Comelico e la loro successiva fluitazione verso Venezia lungo il fiume Piave. Questa diga è costruita in pietra squadrata di tufo unita da malta formata da sabbia e calce. La Stua è a forma di arco ed ha una lunghezza sulla sommità di 35,5 metri ed un'altezza, dal piano di calpestio al bordo dell'acqua, di 13,7 metri per uno spessore di 6 metri.
E' parzialmente coperta da un porticato in legno di abete e larice a capriate che sostengono il tetto ricoperto in scandole di legno di larice; qualche anno fa la Stua ha subito un meticoloso restauro.
La Stua - antica diga in tufo


Alle due estremità il porticato è chiuso con tavolato di abete posto verticalmente; sono stati creati in questo modo due vani destinati originariamente al ricovero degli addetti al lavoro e all'attrezzatura. Il porticato ha una altezza utile di 2,9 metri e una larghezza di 3,85 metri.
La diga ha quattro aperture. Le due maggiori servivano per il deflusso dell'acqua e dei tronchi (in basso) e come tracimatoio (in alto); le due laterali, più piccole, come fuga di sovrappieno.
Partendo dal piano di calpestio (quota 13,7 m), è possibile raggiungere, attraverso una ripida e stretta scala in tufo interna al manufatto, l'apertura del tracimatoio (quota 7 m).

La diga è una struttura veramente originale ed unica che viene mantenuta per ricordare il passato e la sua grande funzione.

Torna ai contenuti