Il rifugio Italo Lunelli - Padola di Comelico Superiore (Belluno) Dolomiti Italia.

www.padola.it
Title
Jungle
Vai ai contenuti

Il rifugio Italo Lunelli

Da visitare > I Rifugi Alpini


Rifugio Italo Lunelli  (quota m.1566 s.l.m. Gruppo Montuoso Popèra Località Selvapiana Comune di Comelico Superiore)
Apertura dal 10 giugno al 30 settembre
Come arrivare: raggiungibile in automobile da Padola. Al termine della rotabile che da Padola sale a Selvapiana, si trova l'ampio parcheggio del rifugio.
Servizi: Ristoro 50 posti interni e 50 posti esterni. Pernottamento 12 cuccette
Contatti: Rosalia Martini Barzolai telefoni + 39 3384641248 +39 043567357 (gestore); rifugio + 39 0435/67171 mail rifugiolunelli@libero.it


Cenni Storici
Fu costruito tra il 1948 e il 1949 dalla Regola Comunione Familiare di Casamazzagno per scopi agro forestali, con il nome di Villa Cecilia. Nel 1955 inizia la gestione della famiglia Martini Barzolai che ancora persiste. Fu intitolato ad Italo Lunelli (alpinista e alpino) nel 1966. Lunelli era nato a Trento, allora sotto il dominio austriaco, nel 1891, e fu un fervente irredentista; si arruolò come volontario nell'esercito italiano e combattè con onore, tanto da essere decorato più volte. Tra le altre imprese, citiamo la conquista nel 1916 del Passo della Sentinella sul Popera.
Escursioni: dal Rifugio Lunelli si può arrivare al Rifugio Antonio Berti (m.1950 s.l.m.) tremite il sentiero 101 (tempo di percorrenza: un'ora circa).  Il percorso offre diversi punti d'osservazione dai quali è possibile ammirare le vette del maestoso Gruppo del Popèra in tutta la loro bellezza. Particolarmente scenografico è il passaggio accando al torrente Risena, dove si scorge un salto roccioso solcato da una pittoresca cascata. Il dislivello complessivo dell' itinerario è di 382 metri.

Torna ai contenuti